venerdì 18 novembre 2016

Io, lettrice...



La libreria è l'unica parte della  mia camera che mantengo in ordine. I miei libri son ordinati per casa editrice e, laddove possibile, per colore.
Non compro libri. Li accumulo come se non ci fosse un domani. Quando entro in libreria è come se fossi colta dal terrore che qualcuno, l'indomani, possa vietare l'acquisto dei libri. Ho una memoria molto forte, tranne quando si tratta dei finali dei libri che leggo. 
Se un libro mi ha stravolto (in positivo o negativo) non riesco a riporlo subito in libreria. Devo averlo sul comodino, il tempo necessario a metabolizzare la separazione.
I miei libri sono preziosi: non li sottolineo, non metto post-it e non apro troppo le pagine. Che orrore le pieghe sulla copertina.
Fin da piccola ho sempre letto di tutto, ma col passare degli anni, ho affinato i miei gusti. Prediligo i classici, i  fantasy, i romanzi storici, i gialli, ma non disdegno la letteratura contemporanea. Si! devo ancora trovare la  mia dimensione ideale. Ma chi ha detto che debba esserci?

Nessun commento:

Posta un commento